Robot di telepresenza
L'impiego di robot di telepresenza nei pronto soccorso
19 Marzo 2020
Nebbia secca per sterilizzare le aree contaminate
Tecnologia Dry Fogging vs. COVID-19
21 Marzo 2020
mostra tutto

COVID-19, ecografia polmonare

COVID-19-immagine-ecografia polmonare

Ora dichiarata pandemia, lo scoppio del nuovo coronavirus (COVID-19) rilevato per la prima volta in Cina alla fine dello scorso anno ha infettato quasi 200.000 persone in più di 150 paesi.

I sintomi più comuni sono febbre e tosse con un periodo di incubazione mediano di 4 giorni. Il tratto caratteristico (e anche l'osservazione iniziale del cluster che ha permesso il sospetto di una nuova malattia) è uno sviluppo di polmonite che, alla tomografia computerizzata del torace (TC), è visto come l'opacità del vetro smerigliato come risultato principale. Un'altra caratteristica caratteristica è la frequente osservazione di linfocitopenia (nell'83.2% dei pazienti al ricovero).

Poiché le anomalie polmonari possono svilupparsi prima delle manifestazioni cliniche e del rilevamento degli acidi nucleici, gli esperti hanno raccomandato una tomografia computerizzata (TC) precoce del torace per lo screening dei pazienti sospetti.

L'elevata contagiosità di SARS-CoV-2 e il rischio di trasportare pazienti instabili con ipossiemia e insufficienza emodinamica rendono la TC del torace un'opzione limitata per il paziente con COVID-19 sospetto o accertato.

L'ecografia polmonare fornisce risultati simili alla TC del torace e superiori alla radiografia del torace standard per la valutazione della polmonite e / o della sindrome da distress respiratorio dell'adulto (ARDS) con l'ulteriore vantaggio di facilità d'uso al punto di cura, ripetibilità, assenza di esposizione alle radiazioni e basso costo

Secondo la nuova letteratura e il caso d'uso degli ultrasuoni nei casi COVID-19 - D. Buonsenso, A. Piano, F. Raffaelli, N. Bonadia, K. de Gaetano Donati, F. Franceschi Risultati dell'ecografia polmonare point-of-care nella nuova malattia da coronavirus-19 pnemoniae: un caso clinico e potenziali applicazioni durante l'epidemia di COVID-19 e i risultati di Dr Qian-Yi Peng e Li-Na Zhang e Dr Xiao-Ting Wang al riguardo. L'ecografia polmonare ha permesso l'identificazione dell'infezione da nCoV-19 al letto.

L'ecografia polmonare può avere molti altri vantaggi, come la ridotta esposizione dell'operatore sanitario ai pazienti infetti, la ripetibilità durante il follow-up, i bassi costi e l'applicazione più semplice in contesti con poche risorse.

Quale ecografo viene utilizzato per l'ecografia polmonare COVID-19?

L'ecografia polmonare viene eseguita con una sonda convessa portatile (3.5 mHz) SIFULTRAS-5.42, connesso in wireless con un tablet. Un tale dispositivo riduce al minimo il rischio di contaminazione dei dispositivi e successiva diffusione nosocomiale.

Per questa procedura sono necessari solo due operatori: un medico e un infermiere. Nella camera di isolamento rispettando tutte le misure preventive per l'isolamento respiratorio, da goccioline e contatto previste dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per l'epidemia di nCoV-19.

La sonda a ultrasuoni e la compressa sono state collocate in due differenti coperture sterili in plastica per sonda e compresse. Il medico esegue l'ecografia polmonare utilizzando la sonda wireless e, quindi, entrando in contatto con il paziente. L'infermiere tiene in mano il tablet ed è responsabile del congelamento e della memorizzazione di immagini / video, quindi non toccando né il paziente né altro all'interno della stanza.

Al termine della procedura, la compressa e la sonda possono essere sterilizzate in un'area dedicata e inserite in due nuove buste di plastica sterili.

Il torace deve essere scansionato nelle seguenti 12 aree polmonari a lato del letto: anteriore superiore e inferiore, laterale superiore e inferiore, posteriore superiore e inferiore, bilateralmente. Con consenso informato ottenuto. Tipicamente, l'uso dell'ecografia polmonare è di routine incluso nella gestione dei pazienti con patologie respiratorie e approvato dal Comitato Etico.

I risultati caratteristici dell'ecografia polmonare includono quanto segue:

  • Ispessimento della linea pleurica con irregolarità della linea pleurica;
  • Linee B in una varietà di modelli tra cui focale, multifocale e confluente;
  • Consolidamenti in una varietà di modelli inclusi piccoli multifocali, non translobari e translobari con broncogrammi aerei mobili occasionali;
  • Aspetto delle linee A durante la fase di recupero;
  • I versamenti pleurici sono rari.

L'ecografia polmonare documenta segni suggestivi di danno interstiziale-alveolare che mostrano anomalie bilaterali e diffuse della linea pleurica, consolidamenti subpleurici, aree polmonari bianche e artefatti verticali spessi e irregolari.

Nel loro case report D.Buonsenso, A. Piano, F. Raffaelli, N. Bonadia, K. de Gaetano Donati, F. Franceschi affermano solennemente che nella valutazione di un paziente COVID-19 sospetto o confermato, in particolare utilizzando dispositivi tascabili, ha diverse implicazioni.

L'ecografia polmonare riduce l'esposizione degli operatori sanitari al COVID-19, questo è un punto primario poiché gli ultimi dati mostrano chiaramente che, nella maggior parte dei paesi coinvolti come Cina e Italia, circa il 3-10% dei pazienti infetti sono operatori sanitari e centinaia di loro sono in quarantena, determinando un grave problema di carenza di operatori sanitari. Nella maggior parte degli ospedali, questo sta generando problemi nell'assistenza quotidiana di tutti i pazienti (inclusi i pazienti non COVID-19) e la maggior parte degli infermieri / medici esegue rotazioni cliniche continue; inoltre, alcune regioni italiane stanno valutando la necessità di richiamare al lavoro i medici in pensione.

In secondo luogo, l'ecografia polmonare può consentire un primo screening e discriminare i pazienti a basso rischio. Terzo, i dispositivi portatili sono decisamente più facili da sterilizzare grazie alle superfici ridotte. In quarto luogo, l'ecografia polmonare può essere eseguita sul lato del letto. Avere questa opportunità consentirebbe una dimissione più sicura dei pazienti.

Quinto vantaggio, l'ecografia polmonare è priva di radiazioni e può essere eseguita ogni 12-24 ore e consentirebbe un monitoraggio ravvicinato delle condizioni cliniche e rilevare anche cambiamenti molto precoci nel coinvolgimento polmonare. Sesto, l'ecografia polmonare può essere facilmente eseguita in regime ambulatoriale. (leggi di più sui vantaggi COVID-19 ecografia polmonare).

Riferimenti: Risultati dell'ecografia polmonare della nuova polmonite da virus corona durante l'epidemia del 2019-2020, Risultati dell'ecografia polmonare point-of-care nella nuova malattia da coronavirus-19 pnemoniae: un caso clinico e potenziali applicazioni durante l'epidemia di COVID-19, Lung US può aiutare i medici in terapia intensiva nella diagnosi precoce della polmonite da nuovo coronavirus (COVID-19)?.

COVID-19 ecografia polmonare

[feedback_di_lancio]

Dichiarazione di non responsabilità: sebbene le informazioni che forniamo siano utilizzate da diversi medici e personale medico per eseguire le loro procedure e applicazioni cliniche, le informazioni contenute in questo articolo sono solo per considerazione. SIFSOF non è responsabile né per l'uso improprio del dispositivo né per la generalizzabilità errata o casuale del dispositivo in tutte le applicazioni o procedure cliniche menzionate nei nostri articoli. Gli utenti devono avere la formazione e le competenze adeguate per eseguire la procedura con ogni dispositivo scanner a ultrasuoni.

I prodotti menzionati in questo articolo sono in vendita solo a personale medico (medici, infermieri, professionisti certificati, ecc.) O ad utenti privati ​​assistiti da o sotto la supervisione di un professionista medico.  

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

ACCEDI / REGISTRATI
0