Telepresence
Presentazione dei robot alla videoconferenza
24 Marzo 2021
peste
Distribuzione di robot per il controllo dei parassiti nelle serre
26 Marzo 2021
mostra tutto

Disinfezione dei luoghi religiosi

Disinfezione UVC

Anche con l'aderenza al distanziamento fisico e alla disinfezione completa, più famiglie diverse che si riuniscono in un contesto congregazionale per il culto comportano un rischio maggiore di trasmissione diffusa del virus che causa COVID-19 e può comportare un aumento dei tassi di infezione, ospedalizzazione e morte, soprattutto tra le popolazioni più vulnerabili. 

In effetti, secondo il SOP, i luoghi religiosi dovrebbero essere disinfettati tre volte al giorno, le strutture per il lavaggio delle mani insieme ai distributori di sapone dovrebbero essere disponibili per il lavaggio obbligatorio delle mani agli ingressi, le preghiere ei rituali dovrebbero essere eseguiti mantenendo le distanze sociali.

Ad esempio, le autorità della Mecca, in Arabia Saudita, hanno utilizzato 54,000 litri di disinfettanti al giorno per disinfettare la sacra Grande Moschea durante la stagione dell'Hajj di quest'anno come misura precauzionale contro la diffusione del coronavirus, secondo i funzionari.
La Presidenza Generale della Grande Moschea e della Moschea del Profeta ha affermato che negli ultimi giorni le operazioni di pulizia sono state effettuate da 3,500 lavoratori che hanno igienizzato i cortili interni ed esterni della Grande Moschea fino a 10 volte al giorno.

Tuttavia, il processo di disinfezione può essere impegnativo e richiedere molto tempo se eseguito secondo metodi tradizionali. Il metodo di spruzzatura disinfettante può anche essere scomodo dal punto di vista ambientale ed economico se applicato a grandi aree. La tecnologia di disinfezione UV esiste da secoli e si è limitata solo alla sterilizzazione dell'acqua. Indipendentemente da ciò, molti hanno fatto ricorso a quest'ultima tecnologia dallo scoppio della pandemia. Le principali essenze della disinfezione UV sono: efficacia, ecocompatibilità e rapidità, che la rendono adatta alla disinfezione frequente degli impianti.

Tuttavia, l'implementazione della tecnologia ha dovuto affrontare alcune limitazioni, come il considerevole budget di avvio necessario per dotare ogni area o angolo di uno stabilimento di una lampada UVC, sebbene a lungo termine possa essere un investimento remunerativo. 

I robot di disinfezione UVC compensano questa limitazione. Alcuni robot come il robot di disinfezione UVC autonomo: SIFROBOT-6.57 può navigare in autonomia, evitare gli ostacoli, ricaricarsi automaticamente e altro ancora, fornendo la luce UV di 8 lampade in ogni angolo e nelle zone difficili da raggiungere di una struttura o di uno spazio religioso. Il robot può anche eseguire più pattuglie al giorno e può essere utilizzato prima e dopo ogni preghiera per mantenere un ambiente sano per le pratiche religiose.

Riferimenti: Coronavirus: quali sono le regole per i luoghi di culto?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

ACCEDI / REGISTRATI
0