Panoramica del robot di telepresenza intelligente SIFROBOT-1.0
Panoramica del robot di telepresenza intelligente SIFROBOT-1.0
27 aprile 2020
robot di telepresenza SIFROBOT-4.3
Panoramica del robot di telepresenza SIFROBOT-4.3
29 aprile 2020
mostra tutto

Infezioni acquisite in ospedale (HAI) vs. Robot di disinfezione UV

Robot per la disinfezione della luce UV: SIFROBOT-6.5

Le infezioni acquisite in ospedale (HAI) sono un grave problema per gli ospedali. In un dato giorno, circa un paziente ospedaliero su 31 negli Stati Uniti ha almeno un'infezione associata all'assistenza sanitaria, secondo i Centers for Disease Control and Prevention. Circa 99,000 persone muoiono ogni anno.

Le infezioni associate all'assistenza sanitaria o acquisite in ospedale sono infezioni che le persone contraggono mentre ricevono cure per un'altra condizione. La fonte di queste infezioni può essere altri pazienti, personale, visitatori o attrezzature, secondo l'agenzia. Possono accadere in qualsiasi struttura sanitaria.  

Non solo le HAI sono mortali e pericolose, sono anche costose, principalmente a causa della necessità dei pazienti di prolungate degenze ospedaliere e di riammissione. Sono anche prevenibili.

Una nuova gamma di robot mobili per la disinfezione può aiutare a ridurre questi numeri. Per esempio SIFROBOT-6.5 può muoversi autonomamente all'interno di ospedali, manovrando corridoi e spazi ristretti, in un'area progettata dove disinfetta l'ambiente emettendo luce ultravioletta concentrata. I raggi UV eliminano i batteri e altri microrganismi nocivi noti per causare infezioni acquisite in ospedale.

La luce UV, uno dei tre tipi di raggi ultravioletti del sole, ha una lunghezza d'onda compresa tra 200 e 400 nanometri. È efficace nell'uccidere batteri e virus perché distrugge i legami molecolari che tengono insieme il loro DNA.

La piattaforma robotica semovente trasporta visione, comunicazioni e tecnologia dei sensori e un sistema di luce UV a 254 nanometri. Si muove in modo autonomo, fermandosi in hotspot predefiniti dall'utente che richiedono un tempo di esposizione più lungo, disinfettando e uccidendo batteri e virus su tutte le superfici esposte

Un tempo di esposizione di dieci minuti può uccidere fino al 99.99% dei patogeni. SIFROBOT-6.5 disinfetta tutte le superfici di contatto così come l'aria nei reparti ospedalieri, nei corridoi e simili. La tecnologia implica che il robot deve essere utilizzato come parte del normale ciclo di pulizia.


Negli ospedali degli Stati Uniti, i dispositivi a luce UV vengono utilizzati principalmente per decontaminare le sale operatorie e per la sterilizzazione delle apparecchiature. Tuttavia, limitato da una mancanza di mobilità, flessibilità e capacità di posizionarsi in modo autonomo rispetto all'ambiente circostante

Le più recenti tecnologie di sicurezza, salvaguardie contro l'errore umano e mobilità autonoma consentono a SIFROBOT-6.5 di disinfettare in sicurezza qualsiasi superficie in qualsiasi area ospedaliera chiusa, come una questione di routine. La macchina si sposta in un'area definita dall'utente, dove naviga autonomamente mentre zappa batteri e microrganismi nocivi con luce UV concentrata da molte angolazioni diverse.

Riferimento: La luce UV potrebbe ridurre le infezioni nosocomiali

[feedback_di_lancio]

1 Commenti

  1. kjcrsivavp dice:

    Molte grazie. ? Como puedo iniciar sesion?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

ACCEDI / REGISTRATI
0