Terapia laser per il problema dell'adenocarcinoma
Terapia laser per il problema dell'adenocarcinoma
1 aprile 2022
Terapia laser per il cancro del polmone non a piccole cellule
Terapia laser per il cancro del polmone non a piccole cellule
1 aprile 2022
mostra tutto

Laserterapia per il cancro vulvare

Laserterapia per il cancro vulvare

Il cancro vulvare è un tipo di cancro che si verifica sulla superficie esterna dei genitali femminili. La vulva è l'area della pelle che circonda l'uretra e la vagina, compresi il clitoride e le labbra.

Il cancro vulvare si forma comunemente come un nodulo o una piaga sulla vulva che spesso causa prurito. Sebbene possa verificarsi a qualsiasi età, il cancro vulvare è più comunemente diagnosticato negli anziani.

Non è chiaro cosa causi il cancro vulvare. In generale, i medici sanno che il cancro inizia quando una cellula sviluppa cambiamenti (mutazioni) nel suo DNA. Il DNA contiene le istruzioni che dicono a una cellula cosa fare. Le mutazioni dicono alla cellula di crescere e dividersi rapidamente. La cellula e la sua progenie continuano a vivere quando altre cellule normali muoiono. Le cellule che si accumulano formano un tumore che può essere canceroso, invadere i tessuti vicini e diffondersi ad altre parti del corpo.

Questi sono i segni e i sintomi più comuni del cancro vulvare:

· Prurito che non scompare

· Dolore e tenerezza

· Sanguinamento che non è dovuto alle mestruazioni

· Cambiamenti della pelle, come cambiamenti di colore o ispessimento

· Un nodulo, protuberanze simili a verruche o una piaga aperta (ulcera)

Il trattamento del cancro vulvare di solito comporta un intervento chirurgico per rimuovere il cancro e una piccola quantità di tessuto sano circostante. A volte la chirurgia del cancro vulvare richiede la rimozione dell'intera vulva. Prima viene diagnosticato il cancro vulvare, meno è probabile che sia necessario un intervento chirurgico esteso per il trattamento.

La laserterapia è un trattamento antitumorale che utilizza un raggio laser (un raggio stretto di luce intensa) per uccidere le cellule tumorali sulla superficie della pelle. È tipicamente usato per trattare la neoplasia intraepiteliale vulvare (VIN) o il cancro vulvare precanceroso e non invasivo.

La guarigione dalla chirurgia laser richiede almeno tre settimane, ma potrebbe richiedere fino a sei settimane o anche di più.

Tuttavia, non bisogna mai dimenticare che la perfetta esecuzione di un tale compito richiede una macchina laser adeguata e altamente professionale.

Relativamente, il Sistema laser per chirurgia portatile FDA SIFLASER-1.2A si presenta come uno dei dispositivi più raccomandati tra i chirurghi vista la sua elevata efficacia nel trattamento del cancro vulvare in particolare.

Per spiegare più in dettaglio, la luce laser blu di questo dispositivo interagisce meglio con i componenti del tessuto emoglobina o melanina. A 980 nm (la radiazione laser di alto livello necessaria), la macchina esegue un taglio migliore e più delicato, anche a potenza inferiore.

Di conseguenza, le sue prestazioni di taglio migliorate lo rendono ideale per tutte le applicazioni chirurgiche, in particolare per le operazioni non chirurgiche del cancro vulvare.

Ciò che rende anche il SIFLASER-1.2A molto apprezzato e raccomandato dai chirurghi è che mostra un allineamento accurato e un'osservazione esatta durante il trattamento. Tutto grazie al suo raggio di mira verde.

Per migliorare ulteriormente il trattamento, il dispositivo è supportato da un laser guida in fibra. Quindi, è compatibile con vari usi endoscopici. Inoltre, queste speciali fibre sono sterilizzabili che, a loro volta, prevengono ogni possibile infezione crociata garantendo al contempo un'area operatoria pulita e senza sangue.

Il dispositivo è pensato per affrontare perfettamente i problemi di cancro vulvare in quanto gode di una lunghezza d'onda di 980 nm e 15 W come potenza massima. Ciò è altamente attribuito al fatto che il SIFLASER-1.2 A utilizza lunghezze d'onda infrarosse e luce ultra-blu per garantire prestazioni di alto livello. Si stima inoltre che ciò riduca il danno termico e la sua peculiare interazione con l'emoglobina.

Grazie a tutte queste caratteristiche, il SIFLASER-1.2 A garantisce una maggiore efficacia di taglio, molto superiore a quella ottenuta con i laser a infrarossi.

Il cancro della vulva colpisce più spesso le due pieghe della pelle (o labbra) attorno alla vagina, conosciute come le labbra. Il cancro vulvare non è molto comune. Tuttavia, è molto grave perché è il cancro. Può influenzare il funzionamento sessuale di una donna. Fortunatamente, il trattamento laser ha recentemente dimostrato di essere abbastanza efficace in termini di diagnosi precoce e trattamento di questo problema, soprattutto perché si è rivelato un'aggiunta di successo alla chirurgia del cancro in generale.

Su questa base, abbiamo tentato di discutere i vantaggi della terapia laser e precisamente l'efficacia di SIFLASER-1.2 A come dispositivo laser chirurgico in grado di trattare efficacemente il cancro vulvare tra le donne.

Riferimento: Segni e sintomi del carcinoma vulvare

Dichiarazione di non responsabilità: sebbene le informazioni che forniamo siano utilizzate da diversi medici e personale medico per eseguire le loro procedure e applicazioni cliniche, le informazioni contenute in questo articolo sono solo a scopo informativo. SIFSOF non è responsabile né per l'uso improprio del dispositivo né per la generalizzabilità errata o casuale del dispositivo in tutte le applicazioni o procedure cliniche menzionate nei nostri articoli. Gli utenti devono avere la formazione e le competenze adeguate per eseguire la procedura con ciascun sistema Laser.

I prodotti menzionati in questo articolo sono in vendita solo a personale medico (medici, infermieri, professionisti certificati, ecc.) O ad utenti privati ​​assistiti da o sotto la supervisione di un professionista medico.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

ACCEDI / REGISTRATI
0