Riabilitazione delle mani per mani gonfie
Riabilitazione delle mani per mani gonfie
1 aprile 2022
Riabilitazione per paralisi del nervo ulnare
Riabilitazione per paralisi del nervo ulnare
2 aprile 2022
mostra tutto

Riabilitazione dopo amputazione del dito

Riabilitazione dopo amputazione del dito

Lesioni alla punta delle dita possono verificarsi in incidenti a casa, al lavoro o durante il gioco. Una lesione può comportare un taglio netto, una lesione da schiacciamento, una lesione da lacerazione o una combinazione di questi tipi di lesioni. Un'amputazione può derivare dallo sbattere il dito nella portiera di un'auto o dall'intrappolare l'anello su un gancio o un chiodo.

I polpastrelli sono ricchi di nervi e sono estremamente sensibili. Senza un trattamento tempestivo e adeguato, un infortunio al polpastrello può causare problemi con il funzionamento della mano e può anche causare deformità o disabilità permanenti. In questo caso è urgente sottoporsi a un intervento chirurgico, ma ciò che conta di più è proseguire la cura fisica dopo l'intervento.

L'obiettivo del trattamento fisico è quello di avere un polpastrello indolore, coperto da una pelle sana e che funzioni normalmente.

Gli esercizi di fisioterapia hanno lo scopo di raggiungere questo scopo. Queste attività possono includere l'allungamento delle dita per prevenire le contratture, l'applicazione di calore e/o freddo per alleviare il dolore e rilassare i muscoli ed esercizi di rafforzamento vitale. Questi sono necessari per mantenere o riguadagnare la sensibilità della punta delle dita e preservare o migliorare la funzione.

Per svolgere con successo tutti questi compiti, il paziente potrebbe aver bisogno di un dispositivo professionale per la riabilitazione di mani e dita che lo aiuterà efficacemente a ottenere un miglioramento positivo in meno tempo.

I guanti robotici per la riabilitazione mobilizzano le articolazioni delle dita e funzionano sia in flessione che in estensione. Anche su un paziente che non ha movimento residuo attivo, è possibile applicare la mobilizzazione passiva sin dalle prime fasi del trattamento.

Ciò che è anche interessante del dispositivo è che il suo software offre molte possibilità per la personalizzazione della terapia.

Inoltre, i guanti robotici per la riabilitazione portatile: SIFREHAB-1.0 amplificherebbero la forza nella direzione in cui l'utente cerca di muoversi (aprire o chiudere le dita).

Il guanto può anche fornire resistenza nella direzione opposta per aiutare l'utente con la stabilizzazione del movimento o l'esercizio del tono muscolare. Il progetto potrebbe essere implementato per un'ampia gamma di utenti ed esigenze, in particolare quei pazienti che hanno subito l'amputazione delle dita.

SIFREHAB-1.0 e SIFREHAB-1.1 offrire una riabilitazione a basso costo, sicura, intensiva e orientata al compito attraverso la terapia domiciliare, che può aiutare a migliorare l'efficacia incorporando il recupero delle funzioni dell'attività quotidiana e un adeguamento ambientale a casa. In sintesi, la capacità di eseguire la riabilitazione a casa avvantaggia le prestazioni funzionali e psicologiche, nonché l'indipendenza.

Per riassumere, una persona che ha subito l'amputazione del dito e aderisce a un efficace piano di trattamento domiciliare può essere in grado di migliorare la sua funzione della mano/delle dita nel tempo con l'uso di uno di questi guanti robotici riabilitativi avanzati: SIFREHAB-1.0 e SIFREHAB-1.1 .

Riferimento: Lesioni e amputazioni della punta delle dita

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

ACCEDI / REGISTRATI
0