Assistenza ad ultrasuoni nell'armonizzazione facciale
Assistenza ad ultrasuoni nell'armonizzazione facciale
Dicembre 10, 2021
Riabilitazione dopo aneurisma cerebrale
Riabilitazione dopo aneurisma cerebrale
Gennaio 10, 2022
mostra tutto

Terapia nutritiva assistita da Vein Finder IV (endovenosa).

Terapia nutritiva assistita da Vein Finder IV (endovenosa).

La terapia nutritiva per via endovenosa è la somministrazione di vitamine, minerali e altri nutrienti direttamente nel flusso sanguigno, che è molto più efficace dell'integrazione orale che fondamentalmente si basa sul sistema gastrointestinale per l'assorbimento.

Il principale vantaggio della terapia endovenosa o della terapia endovenosa? è che fornisce direttamente liquidi, farmaci o vitamine nelle vene del corpo. In quanto tale, è il modo più veloce per fornire emoderivati, vitamine, farmaci o altri fluidi vitali direttamente nel sistema circolatorio di una persona.

Un altro vantaggio della terapia nutritiva IV è che può aiutarti a recuperare rapidamente. In realtà accelera il recupero dalla disidratazione poiché aumenta le possibilità di recupero atletico. Supporta anche condizioni croniche come affaticamento cronico, perdita di peso e infiammazione cronica causata da una varietà di fattori.

A questo proposito, uno dei mezzi più comuni per la diagnosi è il test di laboratorio medico, che utilizza principalmente sangue venoso come campione. Ciò richiede un metodo invasivo di incannulamento che richiede un'adeguata selezione delle vene.

L'uso di un cercatore di vene aiuterebbe i terapeuti/flebotomi/infermiere IV a localizzare facilmente la vena. Riduce la possibilità di errori pre-analitici nella raccolta dei campioni, in particolare con gli anziani. La pelle degli anziani, infatti, diventa più sottile, secca e fragile nel tempo. Di conseguenza, i loro vasi sanguigni diventano più delicati, quindi un fallimento nella puntura venosa può causare la rottura facile di questi fragili vasi sanguigni. Di conseguenza, possono verificarsi lividi, gonfiore o persino sanguinamento sotto la pelle. L'uso di un cercatore di vene può aiutare a evitare tutti questi problemi aggiunti per evitare dolore e disagio tra i pazienti.

Il SIFVEIN-5.2 è specificamente progettato per questi casi in cui è difficile trovare la vena poiché necessita di maggiore concentrazione e cautela. Il SIFVEIN-5.2 può rilevare chiaramente le vene a una profondità di 10 mm sotto la pelle, indipendentemente dall'età, dal colore della pelle o dal livello di obesità del paziente.

Il nostro Vein Finder SIFVEIN-5.2 è ovviamente uno strumento di osservazione medica. È usato per rilevare a proprio agio le vene superficiali sottocutanee. Il processo è completato attraverso la luce infrarossa della tecnologia brevettuale di ricerca e sviluppo. Visualizza un'immagine situ sulla superficie della pelle. L'obiettivo finale è aiutare il personale medico a controllare l'orientamento vascolare e la distribuzione delle vene, in questo caso le vene IV.

Per vietare ulteriormente qualsiasi possibile diagnosi fallita e prevenire disagio, stress e dolore tra i pazienti anziani, il SIFVEIN-5.2 viene fornito con una modalità di riconoscimento della profondità che migliora il giudizio sulla profondità della vena. Ciò, a sua volta, fornisce una risoluzione dell'immagine della vena più chiara. L'immagine stessa è disponibile in 3 colori (rosso, verde e bianco). Il dispositivo consente di cambiare i colori liberamente a seconda della sensibilità delle diverse persone ai colori chiari e alle loro diverse tonalità della pelle. In questo modo, la vena diventa più visibile, di più facile accesso e quindi l'immagine sarebbe più realistica con conseguente maggiore accuratezza clinica.

I rilevatori di vene, come l'accurato e chiaro Rilevatore di vene portatile FDA SIFVEIN-5.2 di SIFSOF, hanno quindi dimostrato la loro efficienza durante questo complicato processo IV.

Per concludere, i cercatori di vene sono di fondamentale importanza. Quando viene utilizzato un cercatore di vene, l'accesso IV diventa molto più facile, più sicuro e meno doloroso. Flebotomi, infermieri o medici possono garantire l'efficacia della procedura riducendo al minimo i tentativi di ago falliti e il dolore del paziente.

Referenze: Terapia endovenosa


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

ACCEDI / REGISTRATI
0