Ecografia cardiaca - Ecocardiografia
Ecografia cardiaca - Ecocardiografia
Giugno 19, 2020
Measurement_mass_detector_thermal
Sistema di misurazione della temperatura con riconoscimento facciale VS misurazione della temperatura con imaging termico a infrarossi
Giugno 20, 2020
mostra tutto

Diagnosi ecografica dell'ipertrofia della colonna renale

Diagnosi ecografica dell'ipertrofia della colonna renale

L'ipertrofia della colonna renale rappresenta l'estensione del tessuto corticale renale che separa le piramidi, e come tali sono strutture normali. Diventano di importanza radiografica quando sono insolitamente ingranditi e possono essere scambiati per una massa renale.

L'ipertrofia della colonna renale è facilmente diagnosticata erroneamente come una lesione che occupa lo spazio intrarenale, che deve essere distinta dalle lesioni che occupano lo spazio renale piccolo come cisti e piccoli tumori.

 Le cisti renali mostrano una capsula completa, senza eco e un'eco posteriore potenziata. I piccoli tumori renali spesso mostrano un bordo completo o una capsula. L'eco è spesso inferiore o superiore all'eco corticale renale.

L'ipertrofia della colonna renale ha le sue caratteristiche evidenti sull'immagine ecografica B, quindi generalmente non è necessario eseguire altri esami di imaging.

L'eco interno è spesso irregolare, a volte corrispondente. L'osservazione dinamica del sonogramma cambia e possono comparire i sintomi clinici corrispondenti. Le lesioni che occupano spazio hanno un senso sferico. 

 La colonna renale è formata dalla fusione di glomeruli normali. In circostanze normali, l'estremità interna è generalmente a filo con la punta della piramide renale. Quando la colonna renale è ingrandita in modo anomalo, sporge nel seno renale e nel sistema di raccolta è possibile vedere un'area localizzata a basso eco, che può essere rotonda e facilmente diagnosticata erroneamente come lesione che occupa la massa renale. 

 Alcune colonne renali ipertrofiche sporgono nel sistema di raccolta renale in una forma di colonna lunga, quasi in corrispondenza della corteccia mediale e dell'ilo renale, ma un'attenta osservazione mostra che la colonna ipoecogena non è collegata alla corteccia controlaterale e all'ilo renale, e ai sistemi di raccolta in entrambi le estremità non sono isolate, alcuni piani tagliati possono ancora essere mostrati nel loro insieme e non distinguerebbero i due ilo renale. 

Si osserva un nodulo ipoecogeno nel seno renale, che è distribuito uniformemente, echeggiato con la corteccia e collegato ad esso, provocando la divisione del seno renale su un lato. Quando l'ipertrofia della colonna renale è prominente, può causare la divisione del seno renale in un'immagine sonora come la doppia pelvi renale. 

Quale ecografia viene utilizzata per l'ipertrofia della colonna renale?

Nel paziente adulto, un trasduttore a matrice curva con frequenze centrali di 3–6 MHz SIFULTRAS-5.21 viene utilizzato, mentre il paziente pediatrico deve essere esaminato con un trasduttore array lineare con frequenze centrali più elevate. Gli artefatti delle costole inferiori ombreggiano sempre i poli superiori dei reni. 

La colonna renale ipertrofica può essere rotonda, cilindrica lunga e rastremata, il lato esterno è collegato alla corteccia, il confine rimanente è chiaro e liscio e alcune colonne renali ipertrofiche possono mostrare un'eco bassa completa su qualsiasi superficie.

Il grumo “occupato” è causato dalla forte eco del seno renale che si incurva verso i lati della colonna renale ipertrofica, ma il grumo non ha il senso della sfera. L'ipertrofia della colonna renale si verifica nella corteccia laterale del rene ed è più comune nella parte centrale superiore. 

Il rene destro è più comune del rene sinistro ed è presente anche in entrambi i reni. Il diametro della colonna renale ipertrofica è generalmente ≤3 cm. Il diametro massimo della colonna renale ipertrofica in questo gruppo è di 2.8 cm.

Diagnosi ecografica dell'ipertrofia della colonna renale

[feedback_di_lancio]

Dichiarazione di non responsabilità: sebbene le informazioni che forniamo siano utilizzate da diversi medici e personale medico per eseguire le loro procedure e applicazioni cliniche, le informazioni contenute in questo articolo sono solo per considerazione. SIFSOF non è responsabile né per l'uso improprio del dispositivo né per la generalizzabilità errata o casuale del dispositivo in tutte le applicazioni o procedure cliniche menzionate nei nostri articoli. Gli utenti devono avere la formazione e le competenze adeguate per eseguire la procedura con ogni dispositivo scanner a ultrasuoni.

I prodotti menzionati in questo articolo sono in vendita solo a personale medico (medici, infermieri, professionisti certificati, ecc.) O ad utenti privati ​​assistiti da o sotto la supervisione di un professionista medico.  

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

ACCEDI / REGISTRATI
0