Monitoraggio del paziente IOT
Internet delle cose e monitoraggio remoto dei pazienti
30 Agosto 2020
Sicurezza
Pacchetto sicurezza aziendale: SIFPACK-1.1
30 Agosto 2020
mostra tutto

Ultrasuono muscoloscheletrico

muscolo-scheletrico-1

L'ecografia muscolo-scheletrica viene utilizzata per consentire ai medici di visualizzare e rilevare efficacemente distorsioni, stiramenti, lacrime, nervi intrappolati, artrite e altre condizioni muscolo-scheletriche e trattarli in modo efficiente.

Questa procedura non richiede una preparazione speciale. Lasciare i gioielli a casa e indossare abiti larghi e comodi è sufficiente per subirlo.

Qual è il dispositivo più adatto per l'ecografia muscoloscheletrica?

Utilizzo dello scanner a ultrasuoni wireless a doppia testa a colori SIFULTRAS-5.42 La FDA consente ai medici di visualizzare il tessuto muscoloscheletrico danneggiato direttamente in ufficio senza dover attendere una risonanza magnetica, iniettare le strutture ferite e mantenere la visualizzazione continua dell'ago delle aree mirate.

Che sia una lesione superficiale o più profonda, il SIFULTRAS-5.42 consente l'esame dell'apparato muscolo-scheletrico attraverso le sue due teste: quella lineare e quella convessa.

Le sue dimensioni ridotte e il peso leggero rendono SIFULTRAS-5.42 facile da trasportare e manipolare, ma non compensano la qualità dell'immagine a colori.

Le immagini ad alta risoluzione vengono trasferite tramite WiFi nello schermo del telefono o del tablet per una visualizzazione più chiara del sistema muscolo-scheletrico e quindi una diagnosi più specifica della lesione muscolo-scheletrica. 

L'obiettivo alla base dell'uso degli ultrasuoni muscolo-scheletrici è quello di localizzare le lesioni nei muscoli o nei legamenti per aiutarci a indirizzare i pazienti alla struttura corretta. 

L'ecografia muscoloscheletrica è comunemente utilizzata nei casi di:

  • Lacrime tendinee o tendinite della cuffia dei rotatori nella spalla, tendine d'Achille nella caviglia e molti altri tendini in tutto il corpo.
  • Strappi muscolari, masse o raccolte di liquidi.
  • Distorsioni o rotture dei legamenti.
  • Infiammazione o liquido (versamento) all'interno delle borse e delle articolazioni.
  • I primi cambiamenti nell'artrite reumatoide.
  • Intrappolamenti nervosi come la sindrome del tunnel carpale.
  • Tumori benigni e maligni dei tessuti molli.
  • Cisti gangliari.
  • Ernie.
  • Corpi estranei nei tessuti molli (come schegge o vetro).
  • Lussazioni dell'anca nei neonati.
  • Liquido in un'articolazione dell'anca dolorosa nei bambini.
  • Anomalie dei muscoli del collo nei neonati con torcicollo (torsione del collo).
  • Masse di tessuto molle (grumi / protuberanze) nei bambini.

[feedback_di_lancio]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

ACCEDI / REGISTRATI
0